Fusione dei Comuni Compiano 25-01-2014

Compiano PR
Conferenza Stampa
Programma
Comune Alta Val Taro
Prima Parte
25-01-2014


Comunicato Stampa
Sabato 25 al Castello di Compiano si è presentato il programma per il
COMUNE ALTA VAL TARO
L’iniziativa è di un gruppo di persone abitanti nei Comuni di Albareto, Bedonia, Borgotaro, Compiano e Tornolo che propongono la FUSIONE degli attuali 5 Comuni in uno solo. Il gruppo si chiama “Laboratorio per il Comune Alta Val Taro”.
Il “Laboratorio” non ha connotati politici né particolari gerarchie, così si sono alternati ad esporre il programma del “Comune Alta Val Taro” dieci cittadini valtaresi, ciascuno dei quali ha esposto un aspetto programmatico del Nuovo Comune.
I temi trattati sono: “Essere più forti per contare di più”, “Crescita e sviluppo economico”, “Più servizi per i cittadini”, “Più efficacia dell’Amministrazione”, “Più finanziamenti da Stato e Regione”, “Pari dignità e rappresentanza degli attuali paesi sede di municipio”, “Mantenimento, rafforzamento ed equa distribuzione dei servizi municipali”
In particolare è stato evidenziato: che la nostra Valle, a differenza di altri luoghi, è un contenitore naturale perfetto per il Comune che si sta proponendo; che la scelta di un Sindaco tra 15-20 mila persone anziché tra mille consentirà di mettere a confronto candidati con caratteristiche di competenza, disponibilità e carisma tali da rappresentare nel miglior modo i cittadini non solo in ambito locale, ma anche regionale e nazionale. Il nostro nuovo Comune sarà il più ampio, dopo Parma, alla pari con Fidenza e Salsomaggiore.
Sono intervenuti due giovani studenti componenti del “Laboratorio” che hanno messo in evidenza quali saranno i vantaggi per l’ambiente scolastico e per lo sport. Altro argomento trattato è quello della Sanità, infatti una forte rappresentanza della Valle potrà garantire la continuità ed il potenziamento di un servizio essenziale come quello del nostro Ospedale.
I cinque Municipi, sedi degli attuali Comuni, dovranno essere organizzati con forme di partecipazione, decentramento dei servizi ed accesso alle informazioni da parte dei cittadini, con potestà decisionali che il nuovo Statuto del Comune Alta Val Taro potrà prevedere.