Warning: include(/web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-includes/metawp.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-load.php on line 94

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-includes/metawp.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-load.php on line 94
Tutto il calcio… – Taronews

Tutto il calcio…

Il resoconto della domenica calcistica by Calcio Ducale

La Valtarese batte il forte Montecchio con un goal di Squeri e conquista così 3 punti di notevole importanza che la portano nelle zone tranquille della classifica di Promozione. Non è stata una partita facile, ma gli uomini di Mister Borzoni sono stati bravi perchè hanno saputo raccogliere il massimo risultato con il minimo sforzo. Il goal di Squeri è arrivato con un’azione personale dell’ attaccante, che partendo dalla sua metà campo ha eluso con un paio di ottime finte gli avversari diretti e poi, allargandosi sulla sinistra ha insaccato con un bel tiro in diagonale. L’altra occasione l’ ha avuta Capitan Bozzia che con il solito schema su punizione ha colpito la traversa a portiere battuto. Il Montecchio è parso una buona squadra, ma nonostante la grande mole di gioco che ha sviluppato, non è riuscito ad impensierire quasi mai l’estremo Vicini. Una vittoria che davvero ci voleva, perchè dopo le paventate dimissioni di Mister Borzoni l’ambiente aveva bisogno di ritrovare quella serenità che pareva svanita dopo le prime due partite di campionato. Buono l’esordio di Filippi mentre il rientro di Ivan Martini ha dato maggior sicurezza a tutta la squadra. Squeri è arrivato a 4 goal e figura tra i migliori bomber del torneo, mentre Calchini sembra ancora indietro di condizione. Buona anche la prova della difesa, che finalmente ha chiuso senza prendere goal.

Il Bedonia cambia il Mister ma non cambia il trend di sconfitte. Cedendo in casa per 1-0 con la forte Bobbiese, ora si ritrova ultimo in classifica con soli 2 punti in 6 partite. Mister Cassiani, che in settimana ha sostituito Mancini, ha apportato alcuni cambiamenti alla formazione ed inoltre ha riportato nei ruoli naturali alcuni giocatori. I risultati si sono subito visti, poichè la manovra è apparsa più fluida, ma la Bobbiese era la squadra più ostica da incontrare in questo momento di convalescenza e quindi,complice anche la sfortuna è arrivata la 4 sconfitta.

Cambio in corsa anche per il Borgotaro, che dopo le dimissioni di Dodi ha ingaggiato Mister Biagi che l’anno scorso era inforza alla Valtarese. Con questo cambio il Borgotaro ha ottenuto una convincente vittoria per 4-0 a Calestano. Una partita senza storia che ha messo in mostra tutte le qualità dei Borghigiani,che pur privi di Dauti e Leonardi, hanno dettato legge fin dai primi minuti, tanto che hanno chiuso il primo tempo sul 3-0. Buona la prova della Calestanese nella seconda frazione, ma l’impegno profuso non è servito contro la maggior qualità di Bazzani e compagni.

il Solignano butta al vento l’ennesima vittoria negli ultimi minuti e chiude la partita con il Felino sull’ 1-1. Con il goal su rigore di Bertorelli a 10 minuti dalla fine sembrava fatta per i ragazzi di Setti, ma un altro rigore procurato dal portiere del Felino all’ultimo minuto dava il pareggio agli ospiti. E’ difficile vedere il portiere in attacco, ed è ancor più difficile vederlo segnare, ma vederlo procurarsi un rigore non ci era mai capitato. 3 pareggi in casa e 3 vittorie fuori casa fanno pensare che qualche cosa non funzioni nel Solignano, e quindi Mister Setti dovrà trovare le giuste soluzioni per far rendere i suoi, anche tra le Mura amiche, che per ora, amiche tanto non sono.

Il Bardi va a vincere per 2-1 sul difficile campo del Tizzano e si porta in testa alla classifica con pieno merito. La partita non prometteva nulla di buono perchè Mister Bianchi doveva rinunciare a Losa e Belli e quindi le prospettive non erano certamente delle migliori. Ma Lucci e Marenghi non hanno fatto rimpiangere i titolari segnando un goal a testa. La partita è terminata con una ventina di minuti di ritardo per un incidente accaduto al bravo Marenghi, che si è procurato un taglio alla testa poi suturato con una decina di punti. Molta paura, ma nulla di preoccupante per il giocatore di proprietà della Valtarese a cui facciamo i complimenti per l’ennesimo goal e gli auguri di pronta ripresa per l’incidente.
Non è andato nulla per il verso giusto al Compiano che in casa è stato travolto per 3-0 dall’Audace. E’ difficile raccontare una partita come questa, poichè dire che il risultato è bugiardo, davvero non rendere bene l’idea. Una partita strana dove l’ Audace ha fatto il suo segnando 3 goal e il Compiano pur avendo il doppio delle occasioni degli ospiti, non l’ha mai messa dentro. La svolta però, al di là dei demeriti tattici del Compiano è arrivata per merito o per demerito, dell’arbitro che ha prima sorvolato su un macroscopico rigore a favore del Compiano e poi sul proseguo dell’azione ha concesso un goal agli ospiti che era per lo meno dubbio. La palla colpita dal centravanti ospite da non più di due metri dalla riga di porta, ha impattato contro la traversa e dopo aver battuto a terra è uscita dallo specchio della porta stessa. Ha battuto dentro o fuori? L’arbitro è apparso sicurissimo e ha assegnato il goal agli uomini di Estasi. Ma qualche dubbio a noi è rimasto, perchè il direttore di gara era molto lontano dalla zona incriminata e quindi non si capisce come possa aver visto la palla superare la linea. Questo fatto però, non può essere portato a giustificazione per la sconfitta, poichè gli uomini di Chiolerio hanno sprecato tutto quanto c’era da sprecare in zona goal e per di più si sono fatti infilare come polli in occasione di tutte 3 le reti dei parmigiani. La mancanza in attacco di Roberto Mori si è fatta sentire in fase realizzativa, ma non si può tacere che Le Rose, che l’ha sostituito, è stato forse il migliore in campo dei suoi. In un paio di occasioni in cui si è trovato a tu per tu con il portiere avversario Le Rose ha sbagliato, ma anche la sfortuna ha voluto dire la sua contro di lui. Alla fine arbitro o non arbitro, l’Audace non ha rubato nulla, poichè è stato il Compiano a confezionargli un bellissimo pacco regalo. Due formazioni ,quelle viste ieri a Compiano, che hanno messo in mostra una fase difensiva che è parsa più lasciata al caso e alle cognizioni dei singoli che all’organizzazione di squadra e questo brutto aspetto può davvero incidere molto sul proseguo del Campionato di entrambe.

Brutta sconfitta del Valgotra che ha perso a Madregolo per 4-2. Una sconfitta che se non chiude il Campionato, mette però in seria difficoltà tutto l’ambiente, che sperava in questa partita per rimettersi in corsa dopo una partenza alquanto deludente. Una squadra che ha un organico di tutto rispetto sia come quantità che come qualità e che potrebbe fare la sua bella figura in Seconda Categoria, non riesce a prendere il passo giusto e dopo 6 partite ne ha vinto solamente una. In Vantaggio per 1-0 gli uomini di Cacchioli si sono afflosciati ed hanno avuto un black out che li ha visti soccombere per ben 4 volte di fila. Il secondo goal del Valgotra è arrivato alla fine quando ormai i giochi erano fatti. Sul campo del forte e favorito Madregolo si può perdere, ma non si può rimanere in partita per solo un mezzo tempo se si è una squadra costruita per il salto di categoria come è il Valgotra. O meglio, come era il Valgotra.