Warning: include(/web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-includes/metawp.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-load.php on line 94

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-includes/metawp.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.taronews.it/home/wp-load.php on line 94
Case Di Tiedoli Studenti Liceo delle Scienze Umane “BALDI” di Urbino 22-04-2015 – Taronews

Case Di Tiedoli Studenti Liceo delle Scienze Umane “BALDI” di Urbino 22-04-2015

DSC_0011
Borgo Val di Taro PR
Case di Tiedoli
Studenti
Liceo delle Scienze Umane Urbino
22-04-2015




COMUNICATO STAMPA
OGGETTO: GLI OSPITI DELLE CASE DI TIEDOLI RICEVONO LA VISITA DEGLI STUDENTI DI URBINO
Nei giorni scorsi due classi del Liceo delle Scienze Umane “Baldi” indirizzo Socio Pedagogico di Urbino accompagnate dai docenti, si sono recate in visita alle Case di Tiedoli, nate dalla perfetta intuizione di Mario Tommasini in collaborazione con la Parrocchia di Tiedoli, l’Amministrazione Comunale di Borgotaro e la Fondazione Cariparma …
Nell’occasione si è potuto ancora una volta presentare il progetto di cohousing che rappresentano le Case di Tiedoli dove le persone che qui vivono trovano, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, appagamento e gradimento ai loro bisogni quotidiani.
La presentazione del progetto è avvenuta da parte di Maria Teresa Ferrari dell’Associazione Montagna Vive, che da sempre collabora e monitora il buon funzionamento dei servizi offerti, che ha sottolineato come il progetto delle Case di Tiedoli, nato in un piccolo e sperduto paese di montagna, “possa trovare applicazione anche e soprattutto nei quartieri delle città, naturalmente partendo dal coinvolgimento e sensibilizzazione delle istituzioni locali più vicine, del volontariato e soprattutto degli stessi residenti.
L’idea che Mario Tommasini ha voluto realizzare con questo progetto è quella di ridare libertà alle persone anziane, di dire basta alle case protette, di liberare gli anziani dagli ospizi: creare appartamenti dove possano vivere nei loro quartieri, nei propri paesi, tra le cose e le persone della loro vita, in compagnia ed in libertà..
Dimostrare che è possibile invecchiare e morire liberi, tra i propri mobili, nel proprio letto, tra le cristallerie di famiglia, le foto degli avi, i luoghi dell’infanzia e della familiarità.
Decidendo quando alzarsi, quando mangiare, quando lavarsi, quando andare a letto, a che ora spegnere la luce.
Rivendicando il diritto di scegliere come condurre la propria esistenza anche quando il corpo tradisce i desideri e disobbedisce al cuore e alla mente.
La vecchiaia considerata non una malattia ma semplicemente una tappa della vita”.
Anche Claudia Giansanti operatrice della Cooperativa Aurora gestore delle Case di Tiedoli, ha presentato, in qualità di animatrice della struttura, le attività che quotidianamente vengono svolte all’interno delle case. Tali attività rappresentano oltre che la soddisfazione di bisogni primari anche interventi di animazione sociale che coinvolgono gli anziani in lavori di giardinaggio, pittura, cucina e tante altre attività di socializzazione.
Per l’Amministrazione Comunale era presente Sandra Montelli, Vice Sindaco con delega alle Poliche Sociali che nel portare il saluto dell’Amministrazione ha ribadito l’importanza del progetto “Case di Tiedoli” nel contesto della comunità borgotarese e non solo.
“E’ sempre con orgoglio e soddisfazione, ha sottolineato l’Assessore Montelli, che riceviamo le varie delegazione, nazionali e anche europee, che periodicamente visitano le nostre case di Tiedoli, ancor più quando si tratta di giovani che voglio conoscere ed approfondire le loro esperienze nell’ambito del settore sociale rivolto agli anziani al fine di poter dare sempre più una maggiore qualità alla loro vita. Il progetto Tiedoli rappresenta questo, un contesto ideale per vivere la propria individualità in un ambiente protetto che permette altresì di condividere piacevoli momenti della quotidianità in attività comuni per gli ospiti. Considerando che siamo e saremo sempre più una società di persone anziane, il compito dell’Amministrazione Comune deve essere quello di continuare ad investire sulla qualità dei servizi offerti agli anziani e, in particolare per Tiedoli, tenendo presente quello che Mario Tommasini ci ha insegnato: invecchiare con dignità ricevendo non solo assistenza attraverso i servizi ma anche tanta solidarietà, amore e comunanza di valori”.

E’ stata una giornata molto significativa per il perfetto coinvolgimento dei ragazzi con gli ospiti delle case, gli studenti hanno dimostrato molto interesse, molta empatia ed anche divertimento nei confronti di quanto è stato loro proposto.
La visita è terminata con una ricca e gradita merenda preparata per l’occasione dal Circolo Acli di Tiedoli alla quale hanno tutti partecipato.

Borgo Val di Taro 28 aprile 2015

Tag: