mostre roma ottobre 2020

0 Comment

Riproducendo fedelmente la grafica dei più noti quotidiani dell’epoca, gli autori del MALE intervenivano sull’attualità politica e sociale, in un vertiginoso rovesciamento della realtà, con titoli altisonanti e testi provocatori. Un excursus alla scoperta dell’immaginario creativo della scultrice e maestra orafa che si snoda in diverse sezioni: Suggestioni liberty e animalier – con le collezioni Volando volando, La casa delle rane, e la Collezione del mare; Il percorso dell’anima; Il risveglio dei giusti, In quel mondo di porcellana, cui si aggiungono nuovi lavori dalla collezione inedita Mutanti, la serie Venetian Mask, e alcune Sculture in resina, in ceramica e in bronzo. Sangue come quello di Cristo, simbolo del sacrificio umano e del martirio religioso. Viaggio Nel giallo e nero Rai. L’incontro critico con il Caravaggio muta la sua pittura e dà avvio a una fase dove la  luminosità e la natura morta prendono il sopravvento. Il percorso espositivo si articola in quattro sezioni: Sono esposti i progetti monumentali che, nel segno del recupero dell’antico, avrebbero dovuto caratterizzare la nuova Roma imperiale (statue, archi di trionfo, ponti, cimiteri extra-urbani e scavi archeologici). Informazioni:060608 (tutti i giorni 09.00 – 19.00). È dedicata a Giancarlo Sciannella, scultore in terracotta e fra le massime espressioni della scultura contemporanea italiana, in particolare legata alla materia di terra, la mostra che, articolata lungo la via Biberatica, documenta la produzione dell’artista dal 1980 al 2013 attraverso 12 opere scelte per aver più significativamente espresso il rapporto tra la scultura e lo spazio. E infine in “il bambino in movimento” ci sono clown, circhi, palloni vecchi da calcio, galoppatoi e i giochi come i mutoscopi (anticipatori del cinema). Cerca gli eventi a Roma in agenda e se vuoi rimanere aggiornato iscriviti alla newsletter settimanale. Orario: da martedì a domenica dalle 9.00 alle 19.00, Biglietti: per non residenti Intero € 11,00 – Ridotto € 10,00; per i residenti Intero € 10,00 – Ridotto € 9,00. Le immagini arrivano dall’archivio della TV nazionale e sono messe a disposizione da RAI Teche. A cura di Alessia Ferrario e Maria Grazia Massafra. Un modo come un altro per colpire, con la comunicazione visuale, il devasto della società bellica. A questi materiali si aggiunge il contributo fornito da un prezioso nucleo di vasi attici a figure nere e rosse appartenenti alla Collezione Castellani dei Musei Capitolini, normalmente non esposti al pubblico, e scelti per analogia tematica. Il nome del vernissage deriva dal fatto che l’unione fra i due tipi di immagini, corredate di uno sfondo pastello, sono sia belle ed equilibrate sia strane che instabili e in bilico. Una serie di foto che sono anche una narrazione silenziosa dello splendore dell’Italia e anche della sofferenza patita. Dopo la retrospettiva milanese del Museo del Novecento arriva a Roma una collezione di 26 quadri di Filippo de Pisis, pittore del Novecento noto, che trasporta nella sua arte sia la corrente metafisica che quella del colorismo veneto. Da giugno 16 2020 fino al 10 gennaio 2021 – Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio 1. Moozart vi segnala ogni settimana gli eventi artistici e culturali da seguire nelle città d’Italia. Lavorazioni sperimentali e avanguardistiche prodotte da 18 artiste e differenziate in 70 produzioni artistiche dalle dimensioni molteplici: dalle miniature alle statue di 2 metri. E facciamo riferimento, per esempio, a Biagio Proietti, autore di Ho incontrato un’ombra e di Dov’è Anna?. La rassegna lega le vicende delle due grandi potenze del mondo antico – Cartagine e Roma – lungo un percorso narrativo che si snoda, negli spazi del Colosseo, dalla fondazione dell’Oriente fenicio passando per la storia della città e dei suoi abitanti, l’espansione nel Mediterraneo e la ricchezza degli scambi commerciali e culturali nella fase che va dalle guerre puniche all’età augustea, sino a giungere alla complessità del processo di romanizzazione che ha portato Roma ad annientare, nella battaglia delle Egadi (241 a.C.), quella che era ormai divenuta l’unica temibile rivale per il controllo del mare. A corredo poi un design fatto di decomposizioni architettoniche e giochi di luci. Infine, una riproduzione della redazione fa rivivere l’atmosfera viva del giornale, come se un’animata riunione fosse da poco terminata, tra macchine da scrivere, fogli accartocciati, pennarelli, portacenere colmi e pezzi di pizza, e l’ultimo ad uscire avesse appena spento la luce. Il maestro spagnolo Manolo Valdes fa ritorno nella Città Eterna dopo più di vent’anni. Arte Contemporanea a Villa Borghese è promosso e prodotto da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzato da Zètema Progetto Cultura. Biglietto: 15 €acquistabili anche presso ticketone. L’installazione, a cura di Alessandra Mammì, è realizzata con la partnership della Inbetweenartfilm. Archetipo della casa accogliente e lavorabile con più materiali. In occasione della mostra, è previsto un ciclo di visite animate Storie di nature morte a cura e delle Associazioni culturali Zebrart e “Senza titolo” e del Dipartimento educazione e ricerca del museo, dedicate ai bambini dai 5 ai 10 anni, dal 16 novembre al 1° febbraio, ogni primo e terzo sabato del mese, alle ore 16.00. Dall’11 febbraio al 26 luglio 2020 – Palazzo delle Esposizioni – Via Nazionale 194. Benedetto Pietromarchi al Museo Carlo Bilotti. Dal martedì al venerdì, il prezzo del biglietto dalle ore 18.00 fino alla chiusura sarà di € 6,00 Oltre all’opera centrale del Caravaggio, sono poi esposte dello stesso “Il ragazzo che monda un frutto” e poi alcuni quadri dei “cosiddetti” caravaggeschi fra cui Carlo Saraceni, Angelo Caroselli, Guglielmo Caccia, Domenico Fetti, Pier Francesco Mazzucchelli con l’”Iconazione delle spine”. La mostra si caratterizza per l’ampiezza cronologica e la ricchezza documentaria ed è ulteriormente valorizzata anche dall’ausilio di inedite ricostruzioni e installazioni multimediali. Le zone più toccate dalle nuove sculture sono quelle del Parco dei Daini e l’area di Piazza di Siena, più il Museo Carlo Bilotti e quello di Pietro Canonica. I soggetti sono spesso religiosi: cardinali e iconologia cristiana. Orari: da giovedì a domenica dalle 10 alle 18 (la biglietteria chiude alle 17.30). Biglietti: Intero 12 € – Ridotto 2 € (per i giovani dai 18 ai 25 anni), Gratuito (minori di 18 anni, scolaresche e insegnanti accompagnatori. © RomaWeekend.it - Tutti i diritti riservati Supplemento plurisettimanale del quotidiano telematico digitale MilanoWeekend.it P. Iva 05774970825 - Registrazione al Tribunale di Milano n. 338 del 25 ottobre 2013. Per esempio colpisce il doppio Igloo di Mario Merz o la video installazione di Alessandra Mammi e proposta all’altezza della Loggia dei Vini da Grazia Toderi. A Roma la prima grande mostra interamente dedicata alla storia e alla civiltà di una delle città più potenti e affascinanti del mondo antico, nei monumentali spazi del Colosseo e del Foro Romano, nel tempio di Romolo e nella Rampa imperiale, con oltre quattrocento reperti, provenienti dalle più prestigiose istituzioni museali italiane e straniere, grazie a prestiti straordinari. Nella villa c’erano anche un imponente archivio storico e circa 5.500 pellicole che dopo il restauro saranno disponibili per i visitatori.

Convento San Francesco Firenze, Pizzeria Amalfitana Castel Mella, Coop Prenotazione Libri Scolastici 2020 2021, Ultime Notizie Zagarise, Locanda Del Cantù, Carona, Preghiera Per Amore Impossibile, Nome Guerrieri Leggendari, Le Tre Caravelle Di Colombo, Case In Vendita A Falciano,