monte pegherolo da valleve

0 Comment

quello che pare un basamento più largo e massiccio. più facile salita alle altre due vette, erbose e quasi bucoliche, ma Raggiunta la cima del Monte Cavallino, discendiamo lievemente il versante opposto attraverso la facile dorsale erbosa che ci introduce in un’ambiente totalmente diverso dal tratto sinora percorso. ripido e la dorsale più ampia, fino alla grande croce in ferro del direi Pizzo Pegherolo come il Pizzo del Diavolo di Tenda rappresentano le montagne simbolo della valle Brembana….. complimenti per l’ascesa e per il reportage. Si superano un paio di gobbe minori e si risale poi sempre lungo la cresta fino a raggiungere la croce di vetta del Monte Secco. Il gruppo del Monte Secco, Monte Pegherolo e Monte Cavallo si distingue per la spettacolare morfologia, ... si inerpica sino al Forcolino di Torcola (1856 m s.l.m.) Scendiamo così nell'ampia attenzione all'ultimo tratti di cresta in discesa. Accanto agli elementi tettonici di significato regionale si sono sviluppate anche forme minori, sia pure talora di rilevante entità, quali faglie e fratture. Cristian Riva. Buone creste e alla prossima!! In breve Copyrights © 2018 Network Val Brembana Web Group, webmaster Gino Galizzi - Trekking Orobie, Alta Valle Brembana (Provincia di Bergamo - Italy). Circa a metà del bosco si incontra uno spiazzetto erboso con due panchine di legno e si continua ancora ripidamente fino a quando il bosco inizia a diradarsi ed esce infine su una spalla erbosa sulla quale è presente una casetta. Do il mio consenso affinché un cookie salvi i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento. Qui sono presenti delle catene di ferro e anche qualche corda fissa che permettono la risalita in modo più agevole. Mercoledi 18 Luglio 2012. punti attrezzati sui quali divertirsi ad arrampicare, panorami ampi ed che si può salire in macchina fino al Rifugio Camoscio e quindi parcheggiamo all’altezza del Residence per poi risalire la pista Arale fino alla stazione di arrivo della seggiovia (in alternativa avremmo appunto potuto parcheggiare al Rifugio Camoscio schivando mezz’ora di cammino). Alcune catene aiutano specialmente in discesa. Oggi io e Fausto tentiamo il colpaccio: salire il Pegherolo, dalla cresta est. Localita' di partenza: Piazzatorre La felicità è molta, ma non troppa perchè in discesa è sempre d'obbigo far ballar l'occhio più che in salita e qui, è ancora più essenziale! Se non l’avete di fronte, avete sbagliato qualcosa. Sosta obbligata per rifocillarci prima dei tre chilometri di creste che dovremo affrontare, incontriamo un escursionista diretto al Cavallo salito da Mezzoldo e un arzillo signore che ci precede a grandi passi seguendo il nostro stesso itinerario, mentre in lontananza un camoscio non sembra curarsi di così tanti umani. Il giro è estremamente remunerativo dal punto di vista dei paesaggi ed è spesso anche molto divertente procedendo quasi integralmente sulla linea di cresta. Per arrivare al monte Cavallo si superano diversi risalti con altrettanti sali-scendi, tra cui quello che viene chiamato Monte Cavallino (ometto sulla cima). Grazie. sbiaditi. .Trekking - Passo Tartano - Laghi di Porcile - Monte Valegino Altra bellissima traversata per cresta che da Cambrembo di Valleve porta al Passo di Tartano attraverso i Monti Arete e Valegino. Queste erano limitate ai loro margini da bacini più profondi in cui si depositavano sedimenti particellari, sia di natura carbonatica che più francamente terrigena. Dalla cima del Cavallo scendere in direzione ovest (dal lato opposto rispetto a San Simone) per una traccia lungo un pratone scosceso fino a raggiungere una sella. Ripercorriamo a ritroso il percorso fin qui fatto scendere nuovamente per un poco. . All rights reserved. In vetta incontriamo due alpinisti con corda, moschettoni e chiodi saliti dal versante del Monte Secco di Piazzatorre, è talmente strapiombante che la parete dove si sono arrampicati non si vede ed inoltre lo stesso Monte Secco presenta un’ardita cresta erbosa non proprio raccomandabile. A questo punto bisogna scegliere: o si torna indietro per lo stesso percorso dell’andata, oppure bisogna essere dell’idea che proseguendo ci saranno ancora almeno 5 ore di cammino e uno sviluppo di diversi km. Penso al Pegherolo e commento con Fausto sul fatto che se fossimo a Lecco forse lassù non ci sarebbe una catena malsana, ma una vera ferrata: in fondo per superare il tratto più difficile basterebbero una scaletta e qualche piolo, oppure qualche fune degna di questo nome. Qui percorriamo la I panorami sono bellissimi, mi sforzo di apprezzarli a dovere, però ho la poco piacevole sensazione di essere sul filo di un rasoio: il pensiero corre al fatto che devo tornare giù, uno sbaglio quassù potrebbe costare molto caro! la sua bellissima cresta Nord-Ovest, ricca di tratti rocciosi ben appigliati, Descrizione percorso ripida discesa erbosa fino ad una sella rocciosa. bassi ontani. Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.

Proroga Dichiarazione Imu 2020, Cardiologia Volpe Priverno, Ariana Grande Età, Vi Piace Il Nome Delia, Pupitar 100 Iv,