bivacco testa da cavlera

0 Comment

Su di un cartello leggiamo "Stagno Abram". Dopo un breve tratto quasi in piano torniamo a salire (m. 710). Su di un masso nel torrente vediamo una scultura bianca raffigurante il volto di Gesù. Una sbarra di ferro fa da gradino (m. 685). Cavlera-bivacco Testa-Segredondo. Presso una curva a sinistra vediamo un cartello che indica seguendo la strada: sentiero 530, Dasla, Biv. Giunti di fronte ad una pozza dove un rivolo compie un piccolo salto, giriamo a sinistra (m. 755). Saliamo a zig-zag con un sentiero di sfasciumi circondato da prati. Questa strada non è più percorribile. A pochi minuti dal bivacco Testa, il 526 si innesta sul 530. Una porta interna conduce nella stanza con 6 letti a castello, chiusa a chiave come pure è chiusa la porta del piano terra. Attraversiamo verso sinistra il letto asciutto del torrente mentre alla destra c'è una piccola pozza. Più avanti lasciamo a destra delle rocce (m. 1410). Ad un certo punto, dopo oltre tre ore e mezzo di cammino, finalmente un bel cartello ci indica che il Bivacco è vicino…ultima rampata finale ed eccoci al Bivacco Testa (1489 m.) , situato in località Pradasc sul versante sud del Monte Alben. Questa valle, che si sviluppa perpendicolarmente alla Valle Seriana per una lunghezza totale di quasi 12km, è considerata uno dei luoghi più suggestivi e naturalisticamente rilevanti dell’intera provincia. Il sentiero ora si divide e prendiamo il ramo di sinistra che sale in una faggeta. Il sentiero inizialmente non è molto evidente, comunque seguiamo i bolli dipinti sugli alberi. alpini Monte Cavlera al bivacco Testa passando per il monte Segredondo. Dopo un tratto in salita ed un altro quasi in piano lo riguadiamo verso sinistra. Passiamo ancora alla destra e poi tra i massi alla sinistra. Ne percorriamo un breve tratto quasi in piano (m. 1170). Subito dopo alla sinistra c'è un'altra bacheca con un cartellone (Percorso naturalistico - la geologia). M. Ferrante e M. Ferrantino dal passo di Bliben, con un tele. Passiamo accanto alla statua di una madonnina (m. 1015). Più avanti lasciamo a sinistra un sentierino a gradini, attorniato da due corrimani in legno, che scende al torrente. Il sentiero si divide e subito torna ad unirsi (m. 1150). In basso a destra vediamo la Baita Rondì (m. 1225). Alla destra ci sono delle protezioni realizzate con pali di legno e due cavi metallici (m. 665). Dopo un tratto in salita proseguiamo quasi in piano. Alla destra c'è una piccola cascata e subito dopo una grotta. Dopo un tratto in salita continuiamo con minore pendenza. Qui ha inizio la parte più spettacolare del percorso, prima con un ripido strappo al di sopra del bivacco, lungo la cresta tra la Val Vertova e la Val del Riso, poi per la salita prativa fino al Passo dei Campelli. Rifugio Alpini Monte Cavlera, bivacco Testa (segnavia CAI 530) Hiking trail in Colzate, Lombardia (Italia). Ave Maria ..." (m. 720). Prendiamo la stradina con il fondo in cemento di fronte a noi; subito arriviamo ad un bivio e andiamo a destra in salita seguendo i bolli. Testa, Monte Alben. Alla destra ci sono ancora delle protezioni che dopo due pali sono interrotte da un masso e poi, quasi in piano, continuano. Guadiamo il torrente verso destra agevolati da una serie di 28 cubetti di cemento o pietre e accompagnati da da una protezione in ferro alla destra. Lasciato a destra un piccolo slargo, con un ponte passiamo alla destra del torrente. Farno-Wildlife Park-Baita Montagnina-Tribulina Morti della Montagnina-Rifugio Parafulmine-Baita alta della Guazza-Farno. Infine salendo alcuni gradini raggiungiamo il bivacco. Testa, vista sulla zona delle cascine Sedernello. economica, un tavolo, delle panche e un mobile con delle stoviglie. Ora scendiamo, inizialmente con poca pendenza, e con alcuni zig-zag torniamo al livello del torrente dove troviamo una panchina con inciso: "Corpo Dopo una curva verso destra la pendenza aumenta, ora saliamo ripidamente con delle serpentine. Per pernottare al bivacco è necessario contattare il Sig. Proseguiamo quasi in piano su sterrato mentre il torrente forma una piccola cascata (m. 500). Torrioni e pinnacoli ci accompagnano fino al Passo dei Campelli, sullo spartiacque Val Serina - Val Seriana, dove ci si innesta sul sentiero 525. Già vediamo il torrente compiere i primi saltelli. Iniziamo a salire in modo abbastanza ripido tra i faggi verso il Passo di Predaccio. Primo itinerario: da Vertova (località Lacnì-Rosèt) con il sentiero 527 da un cancelletto in legno. Parcheggio auto presso il rifugio Alpini Cavlera. Ancora un tratto quasi in piano e poi riprendiamo a salire con dei gradini di roccia appena accennati mentre alla destra il sentiero precipita verso il torrente.

Ristoranti Castiglione Della Pescaia Aperti A Pranzo, Nome Flavia Opinioni, Le Trottoir Milano, Canzoni Per Bff Italiane, 18 Agosto Cosa Si Celebra, Nomi Tradizionali Italiani, Madianiti Chi Sono, Buon Compleanno Viola 1 Anno, Alberello Nome Alterato,